BitEconomy
consigli trading cfd

7 consigli per fare trading con i CFD

Girando per il web, da blog a youtube se ne sentono di tutti i colori a proposito dei CFD, i contratti per differenza. C’è chi li demonizza e chi invece sostiene che possano far diventare ricchi in pochi semplici passi.

La verità, come spesso accade, sta nel mezzo: non sono strumenti ideati per truffare soldi ma non diventerete nemmeno ricchi in modo semplice e veloce. Chi è convinto che in poco e senza sforzi sarà in grado di farsi una rendita può anche smettere di leggere, chi pensa che i CFD siano solo l’ultima inutile moda finanziaria sta sbagliando: i contratti per differenza sono strumenti rischiosi con alte potenzialità di guadagno (e di perdita) che non sono minimamente paragonabili alle opzioni binarie, che io reputo assolutamente impraticabili.

Quando sentite un consulente finanziario che si fa in quattro per distruggere i CFD, lo fa per il semplice motivo che in Italia è fatto divieto fare trading per conto di altri, quindi lui non potrebbe mai gestirveli. Non date nemmeno retta a chi vi vuole far credere che ottenere risultati con questi derivati sia semplice: la grande maggioranza dei conti sulle piattaforme CFD sono in perdita!

Si può guadagnare facendo trading con i CFD?

Ovviamente si, ma bisogna sapere cosa si sta facendo.

Si possono perdere soldi facilmente con i CFD?

Perdere denaro è molto semplice, soprattutto se non si sa cosa si sta facendo.

I CFD sono un investimento?

No, qui parliamo di trading di brevissimo termine.

Quali sono le migliori piattaforme dove fare trading con i CFD?

Qui trovi i migliori brokerCFD

Ma veniamo ora ai consigli che sento di dare a chi vuole iniziare a fare trading con i contratti per differenza:

Studia, studia e studia

Il primo errore da non commettere è quello di essere poco preparati: i CFD sono strumenti complessi e ne vanno approfonditi i meccanismi di funzionamento. Consiglio sempre di leggere libri (come questi), partecipare a corsi e webinar. Formarsi è una parte fondamentale, come in ogni business dal tronde.
Non abbiate fretta di ottenere risultati, studiante anche aprendo un conto demo in cui mettere in pratica ciò che imparate: però ricordate sempre che la realtà è diversa e gestire soldi finti non è la stessa cosa che operare con i propri. Il conto demo è utile quando riuscite a impostare il vostro modo di operare come se stesse mettendo in gioco il vostro denaro. Questo non è sempre fattibile, quindi il conto demo serve fino a un certo punto…

Scegli la giusta piattaforma

Scegliere il broker corretto è fondamentale perché vi affiderete a lui ed alla sua serietà. Online si trovano tante, troppo piattaforme e non tutte sono affidabili. Altra indicazione importante è che dovete essere voi ad andare a cercare il broker e non viceversa, non affidate i soldi al primo che capita. Scegliete solo operatori autorizzati ad operare, grandi società di cui si presume solidità.
Perché se fallisse il broker perdereste tutto.

Evita le truffe

Tanti poi riescono ad affidarsi a veri e propri truffatori che li chiamano senza alcuna autorizzazione sul cellulare. Anche a me è capitato tante volte di ricevere chiamate dall’estero in cui si promettevano guadagni facile nel trading: non perdete tempo con questa gente.

Qui trovi i migliori brokerCFD

Usa la testa e non i sentimenti

Per fare trading occorre freddezza e lucidità, occorre saper perdere ma anche saper vincere. Se sei impulsivo e ti fai prendere dal panico o dall’euforia non potrai mai ottenere risultati soddisfacenti. Per questo il percorso di un trader deve essere lento, costante, graduale e occorre essere in grado di accettare le sconfitte e non adagiarsi sugli allori quando si guadagna. Se un’operazione va bene, per la prossima ricomincia tutto da capo.

Altro consiglio: io non userei la testa di qualcun altro. Il copy trading è scarsamente vincente se qualcuno lo avesse pensato come soluzione…

Rischia i soldi che puoi permetterti di perdere

Quando si parla di trading speculativo giornaliero, come per i CFD, è bene mettere in gioco solo una quantità di denaro che ci si può permettere di perdere per intero senza problemi. I CFD non sono un’investimento, è speculazione.
Da qui può nascere un ulteriore problema: spesso si da poco valore a quei soldi messi nel conto, poche centinaia di euro (o poche migliaia per chi può) che possiamo perdere senza battere ciglio. Dovete agire come se fosse tutto ciò che avete, altrimenti inizierete a scommettere e non più a far trading.

Evita leve esagerate

Quando operi sai che la leva determina tutto il potenziale nei guadagni ma anche nelle perdite. Se hai modo di scegliere leve, non esagerare. Naturalmente questo dipende anche da quali asset stai negoziando, sul forex occorrono leve maggiori rispetto ad un’azione.

Specializzati in una tipologia di CFD

Se decidi di fare trading con i CFD evita di provare un po’ di tutto ma concentrati su un un asset. Ogni mercato ha le sue dinamiche e prevedere i movimenti nel day trading è complicato (per fare ciò occorre saper fare analisi tecnica ovviamente). Ad esempio ci si potrà specializzare nel forex e addirittura su una singola coppia di valute.

 

Gli autori di bitEconomy.it non propongono mai consigli finalizzati a sollecitare il pubblico risparmio oppure consulenza all’investimento in titoli azionari, contratti future, opzioni, fondi comuni o in qualsiasi altro strumento finanziario. L’attività del sito non costituisce consulenza personalizzata così come indicato dal D.Lgs. 58/98, così come modificato dal successivo D.Lgs. 167/2007.